Networking Smart

Networking: ovvero come migliorare la propria rete di relazioni
di Donatella Rampado

Il networking (rete di contatti) viene costruito da ogni persona con il passare del tempo in stretta relazione all’ambiente professionale e sociale frequentato. Chi si è costruito un’efficace rete di relazioni, può farvi riferimento anche in un momento di particolare difficoltà; per esempio, quando si deve cercare lavoro, trovare un nuovo fornitore o usufruire di una consulenza specialistica.

Networking Smart

Come creare una rete di relazioni amiche

Ogni persona con la quale entriamo in contatto potrebbe rilevarsi una fonte potenziale di informazioni e conoscenze.

Non dobbiamo fare networking con tutti. Escludiamo le persone che non ci piacciono e quelle con energia negativa e focalizziamoci su progetti di crescita. É evidente che saper creare una rete di relazioni sostiene e facilita nella vita professionale, sociale e migliora l’apertura mentale nonché quella culturale. Il passaparola agisce velocemente, accresce la nomea di un circolo, promuove un’iniziativa, rovina la reputazione di un consulente. Vale la pena di selezionare e coltivare delle buone relazioni. Le buone relazioni possono essere utilizzate come veicolo molto valido per incentivare un’offerta o promuovere un progetto.
In pochi minuti, un’azienda può trovare il ragioniere che stava cercando, seguendo la segnalazione del proprio commercialista e questo candidato, segnalato da persona di fiducia avrà sin dall’inizio dei vantaggi competitivi su altri candidati.

Il networking è uno strumento strategico per:

  •   Diffondere   informazioni utili
  •   Cercare   lavoro
  •   Migliorare   l’attuale posizione professionale
  •   Promuovere   iniziative, offerte, eventi
  •   Ottenere   consigli utili in ambito personale, professionale e sociale
  •   Risparmiare   costi e tempi nella scelta di fornitori affidabili in campo professionale e   sociale
  •   Ricercare   referenze di persone che ci interessano
  •   Mantenersi   aggiornati sul nostro mercato di riferimento

Considerata l’importanza che il networking assume nella vita personale e professionale di ognuno di noi, è utile comprenderne le basi, gli strumenti e le strategie da applicare.

Chi lavora, ha modo di conoscere moltissime persone e comunicare con loro vuol dire saper mettersi in relazione e gestire in modo ottimale queste conoscenze. Ipotizzando che le persone vengano suddivise per livelli, il buon networker si rivelerà colui in grado di spostarsi agilmente fra i vari livelli, rispettando le “buone maniere”, le credenze e i valori appartenenti a ciascun livello.

I fondamenti di un networking efficace si basano su questa prima regola:

essere autenticamente interessati agli altri, non per quello che potrebbero offrire, ma per il valore in loro stessi.

Le persone non sono stupide e comprendono benissimo quando è in atto un tentativo di manipolazione.  Leggerezza e trasparenza renderanno i rapporti solidi e proficui per entrambe le parti e, citando il motto tipico degli americani, ci deve essere un “win – win” reciproco (io vinco, tu vinci).

Le parole d’ordine sono:
A Ascoltare
C
Comprendere
A Aiutare la propria rete
C Coltivare i rapporti
A Attivarsi in azioni costruttive
C Costanza

Leave a comment