MediaKit, la prima a parlarne in Italia

 

Ed. Franco Angeli

Ed. Franco Angeli

Articolo tratto dal libro “Selfbrand, fate di voi stessi un autentico Brand” ed. Franco Angeli

“Il SelfBrand, di cui si è volenti o non volenti portatori, va veicolato attraverso dei mezzi di comunicazione e indirizzato con competenza. I canali di comunicazione che intenderete usare, dipendono sicuramente dal vostro budget, ma soprattutto dal vostro target di riferimento.

I canali da utilizzare per la comunicazione esterna sono:

  • Identità del Brand (spot e presentazione)
  • Media kit (biglietto da visita, brochure personale, foto, logo, cv, tre tipi di presentazione)
  • Sito web
  • Social
  • Relazioni pubbliche
  • Networking
  • Radio, televisione e giornali.

Questo elenco è valido al di là di quanto siate disponibili a investire, e vi ricordo che il miglior investimento è sempre quello su se stessi. Selezionato il target, il settore o gruppo su cui si desidera agire, dovrete analizzarne perfettamente le esigenze, le attese, i valori e i requisiti richiesti per entrarvi.

Capire profondamente le leve che muovono il target prescelto e quindi gli atteggiamenti e i comportamenti relativi farà sì che indirizziate puntualmente la vostra proposta impostando nel modo migliore il corretto sistema relazionale predisponendo così una comunicazione efficace.
Va da sé che dovete essere interessati a voler essere conosciuti in un determinato contesto. In caso contrario dedicate il vostro tempo a fare altro.

ATTENZIONE:  La confusione genera un posizionamento poco chiaro e quindi allontana molto dall’obiettivo. Evitate anche di sembrare qualcun altro, la congruenza e la semplicità è l’arma di chi è veramente qualcuno.

Finalità del media kit

  •   Informare:   descrivervi brevemente
  •   Interessare:   suscitare un maggior interesse e quindi una conoscenza più approfondita
  •   Dare   un’immagine forte e non scontata: l’immagine deve essere congruente e rinforzarne i   contenuti
  •   Farsi   trovare: indicare chiaramente tutti i propri recapiti: telefonici, postali,   digitali…
  •   Dare   contenuti: mirati al target di riferimento

Attraverso il marketing mix si affronta la comunicazione esterna. Tutti gli elementi del mix dovranno agire coordinatamente e in maniera ottimale nell’approccio strategico. Il mix più riuscito sarà quello che terrà presente i punti di forza e i punti di debolezza del soggetto valutandone i rischi e, contemporaneamente, le possibili vittorie e aspirazioni. Seguiranno le azioni.

Gli strumenti che inizialmente potrete utilizzare sono quelli di preparazione del media kit. La preparazione del media kit vi sarà utile per rinforzare il vostro Brand.”

Scrivevo nel 2008, ritengo anche oggi attuale. Donatella Rampado

 

Leave a comment