I maratoneti conquistano Reggio Emilia

Reggio Emilia ha dato il suo caldo benvenuto alle migliaia di runners che, domenica 8 dicembre, hanno sfilato per le strade della città in occasione della 18ma edizione della maratona.

Tra loro anche l’ultramaratoneta Simone Leo, impegnato nella sua ultima gara del 2013, un allenamento in vista delle sue prossime imprese. Novarese, classe 1978, Simone ha cominciato a correre quasi per caso, passando in breve tempo alle maratone e alle ultramaratone,  competizioni superiori a 42 km.

Tra le prove estreme in cui si è cimentato, un posto speciale è occupato dall’UltraBalaton, in Ungheria, di 212 km.  Simone ha tagliato il traguardo dopo 31 ore di corsa ininterrotta, unico italiano.  

La Maratona del Tricolore ha ricevuto, come accaduto negli anni precedenti, anche la “benedizione” del Capo dello Stato Giorgio Napolitano. Agli organizzatori reggiani infatti, è stata consegnata la Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica, “….per l’impegno profuso negli anni a favore della bandiera nazionale”.

E’ dal 1995 che i podisti rispondono con entusiasmo al richiamo di Reggio Emilia, da quando cioè Paolo Bagni, componente del direttivo della Lega Atletica Leggera UISP, assistendo ad una corsa campestre, propose ai suoi colleghi di organizzare una maratona in città.  Simone Leo è stato uno di loro, per la sua 36ma maratona.

 

 

Leave a comment