Brand, un nuovo collaboratore può influenzarlo?

La scelta di un nuovo collaboratore da inserire in azienda è sempre un momento delicato, si sta scegliendo una persona che se non sarà ben formata e motivata potrà influire sul gruppo e di conseguenza sul Brand, vediamo come leggendo l’articolo in allegato.

La scelta del nuovo collaboratore influenza il Brand aziendale

La scelta del nuovo collaboratore influenza il Brand aziendale

ANALISI La scelta di inserire un nuovo collaboratore va preceduta da un’analisi accurata della propria organizzazione.  Due le domande cruciali: si può migliorare? Ci sono sprechi evitabili o risorse utilizzate non al meglio?
MANSIONE Prima di iniziare la ricerca,  è opportuno definire  nel dettaglio i compiti  che il nuovo collaboratore  sarà chiamato a svolgere  e le caratteristiche professionali e personali  che vorremmo che avesse.
AREE SCOPERTE Un nuovo collaboratore potrebbe offrirvi la possibilità di portare in case nuove competenze in aree scoperte (es.: conoscenza di una specifica lingua straniera).
RODAGGIO Valutate il tempo necessario  al nuovo collaboratore  per arrivare alle performance richieste.

Quando si pensa di inserire un nuovo collaboratore, anche se si tratta di una sostituzione la prima domanda da porsi è: «Serve veramente questa figura in questo momento?» Se la risposta è sì, la domanda successiva dovrà essere: «Che tipo di mansioni dovrà svolgere?». Due semplici domande, ma che richiedono una serie di riflessioni determinanti anche per il futuro del locale. Un inserimento non necessario o la scelta di un collaboratore sbagliato potrebbero comportare un peso economico non sostenibile o un peggioramento del clima del gruppo di lavoro.

Per ricevere  l’articolo completo scritto da Donatella Rampado per “Ristoranti Imprese del gusto” scrivi a info@pressandpersonal.com

 

 

 

Leave a comment